news

Convegno Pricing 07 maggio 2019

Il processo di pricing in banca, i costi standard per ottimizzare i ricavi da servizi e la certificazione delle variazioni massive.

Milano – 7 maggio 2019

Ore 9.30 – 17.30

Hotel Michelangelo, Piazza Luigi di Savoia 6, Milano

Obiettivi dei modelli Pricing

Le banche hanno oggi la necessità di ottimizzare il pricing dei servizi, sia in termini di listino che di pacchetti di offerta. Inoltre, è di attualità individuare quali prodotti finanziari ed assicurativi possano intermediare per la loro clientela con minori oneri e vantaggi economici.

Nel 2017/2018 abbiamo visto una crescita nel numero e nei dettagli delle normative relative alle variazioni di prezzo. Il convegno si propone di illustrare e verificare come:

• Ottimizzare il pricing e quindi i ricavi da servizi, differenziandolo in base ai canali utilizzati e alla tipologia di cliente

• Rispondere alle normative del testo unico bancario, ai controlli di vigilanza e ad eventuali contestazioni del cliente

• Certificare le manovre massive sui prezzi individuando le variazioni di costo intervenute attraverso la metodologia CMP.

• Efficientare i processi di erogazione confrontando il proprio costo con i benchmark esterni disponibili e valutare i rischi operativi connessi.

L'utilizzo dei costi standard e i modelli previsionali

La modalità con cui il pricing è gestito nell'azienda banca è in forte evoluzione e ripensamento in tutti i singoli istituti di credito di ogni dimensione. Tale processo era legato a prassi tradizionali consolidate che valutavano la concorrenza, lo storico pregresso e lasciavano alla rete commerciale larghe facoltà (deroghe), oppure puntavano sui vari tipi di convenzione.

Una modalità più innovativa prevede un frequente aggiornamento dei listini, ovvero il confezionamento di pacchetti d'offerta che tengano conto dei costi standard per canale e delle prassi di uso dei servizi da parte dei diversi segmenti e tipologie di clientela.

Si tratta di una progettazione che utilizza i modelli previsionali bilanciando la soddisfazione del cliente e la redditività prospettica del servizio erogato.

Programma Convegno Pricing 7 maggio 2019

Efficienza e dimensionamento delle strutture centrali e delle reti periferiche di banche e gruppi

Presentazione del progetto BSB 2019 Benchmark strutture banche e Start up operativo

 7 marzo 2019

Hotel Galileo Milano

Corso Europa 9

20122 Milano

Ore 09.30 – 17.00


Il Progetto Osservatorio Benchmark – Strutture Centrali in Banca ha finalmente preso l'avvio anche per il 2019.

Ci proponiamo di raccogliere il pool e verificare le implementazioni e i miglioramenti richiesti per il modello dimensionale nel nuovo anno di esercizio 2019.

Inoltre, verifichiamo le possibilità di allargamento a nuove banche nell'ottica di implementare il benchmark di confronto e di avere una sempre maggiore efficacia nell'utilizzo di questo strumento prezioso non solo per il dimensionamento ma in generale per tutta la gestione organizzativa.

Non faremo solo teoria, riproponendo i criteri e la metodologia, ma anche pratica attraverso l'analisi dei maggiori dati salienti dell'assetto organizzativo degli istituti bancari nel 2018. Saranno anche identificate le aree critiche (Macro-processi) su cui integrare il calcolo dimensionale attraverso un confronto delle criticità e dei fattori di successo.

Incontro BSB 2019 con scheda di iscrizione

Efficienza e dimensionamento delle strutture centrali e delle reti periferiche di banche e gruppi

Risultati del progetto BSB 2017/2018

Benchmark strutture banche

Ed evoluzioni previste

22 novembre 2018

Hotel Galileo Milano

Corso Europa 9

20122 Milano

Ore 09.30 – 17.00

BENCHMARK STRUTTURE 2018/2019

Dal 2012 molte banche e gruppi bancari hanno attivato un progetto di confronto dell'efficienza del dimensionamento delle strutture centrali, seguendo e perfezionando un modello di misura da noi proposto che è cresciuto nel tempo, sia per qualità che per quantità di informazioni gestite. Gli istituti di credito rappresentati superano al momento il 20% del sistema bancario nazionale.

Il progetto, inoltre, si è dotato di supporti online continui, eliminando ogni trasmissione ed elaborazione batch, integrando con la "matrice Bankitalia" i dati utilizzati.

Le strutture centrali sono state oggetto di interventi di misura ed efficientamento negli ultimi 2/3 anni. Nel 2016 è entrata nel confronto anche la rete periferica, per via della necessità di conoscere come ogni banca si posizioni in un momento di profonda revisione strutturale generale, sia nel merito della tipologia di filiali che in termini di figure professionali presenti.

Da solo, il Benchmark non è una automatica garanzia di miglioramento ma può contribuire fortemente quale punto di partenza per un miglioramento dell'efficienza.

In particolare questo modello non misura solo le differenze di organico, ma provvede anche a valutarne le cause attraverso l'analisi dei "drivers" delle attività, della "mappatura" dei processi e dei livelli di "outsourcing", inoltre, la serie storica dei semestri consente una visuale prospettica delle risorse e delle attività.

Molti istituti di credito hanno trasformato la rilevazione "una tantum" delle strutture in un modello interno continuo attraverso "il Modulo dinamico" del progetto.

Nota: l'incontro di novembre è riservato alle banche iscritte con allargamento a nuove interessate tramite invito specifico.

Programma giornata

Convegno - Pricing dei servizi bancari

Convegno - Pricing dei servizi bancari

Il processo di pricing in banca e i costi standard per ottimizzare i ricavi da servizi nel rispetto delle normative

14 novembre 2018

Ore 9.30 – 17.30

Presso Hotel Galileo, Corso Europa 9, Milano

Obiettivi dei modelli Pricing

Le banche hanno oggi la necessità di ottimizzare il pricing dei servizi, sia in termini di listino che di pacchetti di offerta ed inoltre, è di attualità individuare quali prodotti finanziari ed assicurativi possano intermediare per la loro clientela con minori oneri e vantaggi economici.

Le azioni necessarie sono diverse:

• Ottimizzare il pricing e quindi i ricavi da servizi, differenziandolo in base ai canali utilizzati e alla tipologia di cliente

• Rispondere alle normative del testo unico bancario, ai controlli di vigilanza e ad eventuali contestazioni del cliente

• Certificare le manovre massive sui prezzi individuando le variazioni di costo intervenute

• Efficientare i processi di erogazione confrontando il proprio costo con i benchmark esterni disponibili e valutare i rischi operativi connessi.

L'utilizzo dei costi standard e i modelli previsionali

Una ulteriore tematica è la modalità con cui il pricing è gestito nell'azienda banca, in forte evoluzione e ripensamento in tutti i singoli istituti di credito di ogni dimensione. Tale processo è ancora legato a prassi tradizionali consolidate che valutano la concorrenza, lo storico pregresso e lasciano alla rete commerciale larghe facoltà (deroghe), oppure puntano sui vari tipi di convenzione.

Una modalità più innovativa, prevede il confezionamento di pacchetti d'offerta che tengano conto dei costi standard per canale e delle prassi di uso dei servizi da parte dei diversi segmenti e tipologie di clientela.

Si tratta di una progettazione che utilizza i modelli previsionali bilanciando la soddisfazione del cliente e la redditività prospettica del servizio erogato.

Pricing dei servizi bancari, convegno 14 novembre 2018